Posa parquet Milano

Professionisti nella posa in opera di qualsiasi pavimentazione in legno. Affidatevi a mani esperte!

Noi di Professione Parquet vi offriamo un servizio completo, vendita e posa di tutte le nostre tipologie di pavimentazioni. La posa è eseguita da noi stessi. Andate sul sicuro!

Parquet: tipologie di posa in opera

Una volta scelta ka tipologia di parquet, bisogna pensare alla geometria di posa del pavimento.

I listoni di parquet possono essere messi in posa a terra e maschiati tra loro formando diversi disegni, spesso ad alto impatto visivo. Vi spieghiamo quali sono le pose più impiegate e tutto quello che c’e’ da sapere.

Il design che andrà a formare il parquet è di estrema importanza e deve essere preso in considerazione, oltre dal punto di vista visivo, anche da quello funzionale.

Uno dei fattori più importanti per una posa fatta a regola d’ arte, riguarda la prevenzione di eventuali movimenti di assestamento del legno, il lato più soggetto alle variazioni dimensionali è quello più corto. Raccomandiamo sempre di affidarvi a personale qualificato per evitare brutte sorprese nel tempo.

Nella valutazione della direzione di posa del pavimento, bisogna considerare la disposizione dell’ appartamento e dall’ apertura della porta di ingresso. La sensazione di chi vi accede sarà più gradevole se il percorso si svolge nella direzione della lunghezza dei listoni.

 

Posa a Correre, Cassero Irregolare

Posa a correre, Cassero irregolare

I singoli listoni, anche di diverse larghezze e lunghezze, sono istallati nel senso della lunghezza, in modo che gli accostamenti di testa risultino irregolari e distanziate in modo casuale l’ una rispetto all’ altra. E’ preferibile che la posa sia disposta nel senso della luce.

Per una corretta posa in opera occorre verificare che le pareti perimetrali non siano fuori squadra. In caso opposto, è sempre consigliabile partire con la posa dal lato della parete di ingresso, in modo che i listoni siano paralleli alla porta di ingresso.

Cassero regolare

Non molto impiegata nella posa del parquet ( indicata per pavimenti in ceramica ).

La posa a cassero regolare è molto somigliante alla posa a correre, ma in questo caso i singoli listoni hanno lo stesso formato e vengono posati nel senso della lunghezza in modo che le giunzioni di testa vengano a trovarsi in posizione costante rispetto a ciascuna singola tavola della fila precedente.

Spina di pesce Italiana

I singoli listoni di legno vengono posati in file parallele a 90° tra di loro, in tal modo che la testa di uno si unisca nel fianco dell’ altro. La posa a spina pesce Italiana può essere eseguita dritta oppure in diagonale. Per una posa in opera fatta a regola d’arte, la partenza viene fatta dal centro della stanza, allineando la prima spina pesce esattamente nel centro del locale.

La posa a spina pesce può essere eseguita sia con il parquet prefinito ed anche nella versione massello.

La più indica e personalizzabile è la posa a spina utilizzando il parquet massello.

Il disegno di posa può essere completato con fascia e bindello.

Posa di estrema difficoltà e tempi di lavorazioni maggiorati. Richiede assolutamente personale esperto

Maggiore incidenza di materiale di sfrido

Spina Italiana Teak

Spina pesce Ungherese

A differenza della spina Italiana precedente, in questa tipologia di posa a disegno, i singoli listoni hanno i due lati corti tagliati con un’ inclinazione di 45° o 60 ° rispetto a quelli lunghi. La posa può essere completata con fascia e bindello per la creazione di veri e propri tappeti di legno.

Posa in opera di estrema difficoltà, necessita assolutamente di personale altamente qualificato.

Richiede una maggiore considerazione di materiale di sfrido.

La posa a spina pesce Ungherese può essere realizzata in prefinito e massello. Maggiormente indicata l’ impiego del parquet massiccio.

Posa a quadri o a mosaico

I singoli listoni o tavolette, vengono posati e disposti in modo da formare un quadrato, in lunghezza sono un multiplo esatto della larghezza. Può essere posata diritta oppure in diagonale, posa non indicata con pareti fuori squadra. Può essere completata con fascia e bindello.

La posa a mosaico o a quadri deve essere esclusivamente impiegata con il parquet massello.

Vi ricordiamo che il parquet massello necessita di essere posato e successivamente levigato e verniciato in opera, al contrario del prefinito che viene fornito già pronto.

Necessita di assoluta competenza e di svariata attrezzatura per essere levigato e finito.

La finitura del parquet in massello può essere scelta

Verniciatura ad acqua, verniciatura poliuretanica ( lucida – semilucida – opaca )

Finitura ad olio, Finitura a cera

Per qualsiasi chiarimento in merito, siamo sempre molto disponibili nel consigliarvi il pavimento e la tipologia di posa più adatta elle vostre esigenze.

Posa a quadri

Tecniche di posa in opera

Perchè il lavoro sia svolto a regola d’ arte, è necessaria la preparazione del piano di posa. Il piano di posa preesistente deve essere compatto e di spessore uniforme, planare e pulito, privo di umidità. La verifica di questi requisiti deve essere eseguita da personale specializzato e con appositi strumenti.

Posa incollata

La posa in opera incollata viene utilizzata sia per il parquet massello ed anche per il prefinito. I listoni di legno vengono incollati direttamente al sottofondo, al pavimento preesistente anche in: ceramica, marmo, parquet. Si consiglia sempre l’ uso di collante bicomponente ecologico.

Posa flottante

La posa in opera flottante viene impiegata per i parquet di grande dimensioni ad incastro. Le tavole di legno vengono posate sopra uno strato di isolamento acustico e barriera vapore ( materassino ) foglio di polietilene, generalmente di spessore 2 mm. Per consentire eventuali assestamenti è indispensabile lasciare una fuga di almeno 6/8 mm tra il parquet e le pareti perimetrali, che verrà nascosta e chiusa dal battiscopa.